Tag: #stopomobitransfobia

Manifestazione Agitazione Permanente – Verona 13 ottobre 2018

Sabato 13 ottobre a Verona torneremo per le strade. 
L’amministrazione comunale ha approvato una mozione che ostacola la 194 già messa a rischio dai dati sull’obiezione di coscienza, e che attacca l’autodeterminazione delle donne proponendosi come modello nazionale. 

Mano nella Mano contro l’omofobia – Manifestazione 29 settembre 2018

Sabato 29 settembre, l’appuntamento è alle ore 15.00 in centro a Grezzana. Da lì si partirà “mano nella mano” per arrivare nel centro di Stallavena. La manifestazione è stata voluta dal Circolo Pink e da Arcigay Verona Pianeta Milk, ma supportata dalle cittadine e dai cittadini, dalle ragazze e dai ragazzi dei due comuni coinvolti. Per adesioni: info@circolopink.it – info@arcigayverona.org

Ritorno al medioevo, ancora una volta a Verona

La voglia di Medioevo per il Consiglio Comunale di Verona ciclicamente riemerge. Dopo la mozione anti gay N.336 del 1995, di cui in questi giorni ricorre il 23°anniversario dall’approvazione, dopo la mozione contro il “Gender” del 2014, Giovedì 26 luglio, su proposta del solito “Torquemada” veronese, il consigliere della Lega Nord ALBERTO ZELGER, saranno poste in votazione ben due mozioni contro la legge 194, l’autodeterminazione delle donne, la laicità dello stato e la libertà sessuale e affettiva dei delle cittadini/e.

I VOLTI DI ORLANDO. A due anni dalla strage

Per non dimenticare la terribile strage a matrice omofobica avvenuta due anni fa in Florida, quando un folle, traboccante di odio verso gli omosessuali, entrò nel nightclub Pulse e aprì il fuoco uccidendo 49 persone, per quello che è passato alla storia come il più grave attacco negli USA dopo l’11/09.

MILANO, AGGRESSIONE OMOFOBICA AI DANNI DI ATTIVISTA ARCIGAY – Comunicato Stampa

MILANO, AGGRESSIONE OMOFOBICA AI DANNI DI ATTIVISTA ARCIGAY. PIAZZONI: “UN BOLLETTINO QUOTIDIANO, LA POLITICA SI PRENDA LE PROPRIE RESPONSABILITA'”
Bologna, 4 maggio 2018 – “Le aggressioni omofobiche in Italia stanno diventando una sorta di bollettino di guerra quotidiano”: lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay, a commento della violenza subita a Milano nei giorni scorsi  da un attivista.