VERONA: Città della Polenta con lo struzzo. Vergognoso stravolgimento dell’ODG 499 con fughe, assenze e riconferme.

Continua il teatrino dell’orrore della politica veronese. Anziché riscattarsi con l’ordine del giorno 499 dell’8/10/18, gli attori di Palazzo Barbieri hanno preferito mettere in scena una tremenda farsa. Bocciato l’odg originario, ben strutturato, come le accuse deliranti del consigliere Zelger meritavano, si è semplicemente preferito approvare un “testo” scarico che suona come una presa in giro a chi in questa città si occupa di diritti e accoglienza!

Manifestazione Agitazione Permanente – Verona 13 ottobre 2018

Sabato 13 ottobre a Verona torneremo per le strade. 
L’amministrazione comunale ha approvato una mozione che ostacola la 194 già messa a rischio dai dati sull’obiezione di coscienza, e che attacca l’autodeterminazione delle donne proponendosi come modello nazionale. 

ALBERTO ZELGER INANELLA UNA PERLA DOPO L’ALTRA

E’ ancora nell’aria l’eco mediatica per l’approvazione della mozione 434 contro la legge 194, approvata giovedì al consiglio comunale scaligero, che Alberto Zelger primo firmatario della mozione, rincara la dose dispensando giudizi secondo i quali le persone omosessuali minaccerebbero la riproduzione dell’intera specie umana. Non i cambiamenti climatici, l’inquinamento o la sovrappopolazione, ma gli omosessuali.

#NoistiamoconleAncelle

NON PERMETTEREMO che Verona rimanga ancorata al Medioevo!
SEMPRE A FIANCO DELLE DONNE E DELLE NOSTRE COMPAGNE ED AMICHE!